I 5 tipi di giudici che incontri alle gare.

Impeccabili nei loro completi all-white, gli ufficiali di gara sono i pilastri di ogni manifestazione. Senza di loro lo svolgimento delle competizioni, che siano campionati italiani o semplici trofei, sarebbe impossibile.

E, senza di loro, non potremmo neanche farci due risate.

In quest’articolo pieno di ironia, vi illustriamo i cinque tipi di giudici che s’incontrano alle gare!

 

1. Occhio di falco

Appostato alle corsie laterali come un cecchino tedesco della Seconda guerra mondiale, osserva ogni minimo movimento degli atleti per trovarci anche la più piccola imperfezione.

Attende le gare a misti come un bambino aspetta Babbo Natale la sera del 24 dicembre, perchè le insidiose virate dei misti infliggono più punti ferita di un attacco combinato su Tekken.

Ha adottato “Attenzione, annuncio squalifica…” come mantra spirituale.

2. Il mental coach.

Sei lì. in camera di chiamata, con Smells Like Teen Spirits che pompa negli auricolari, a concentrarti per la gara e a incutere timore agli avversari con lo stesso sguardo che Phelps rivolse a Le Clos prima dei 200 farfalla a Rio 2016.

E poi arriva lui che, con la stessa simpatia di chi si esibisce ogni giovedì sera nel garage di Gino, con quell’aria fiera di chi sta per fare la battutona alla mangiata di condominio, se ne esce con frasi emblematiche del tipo:

“Coraggio ragazzi, state tranquilli! Sono solo 400 misti, finiscono subito. Buona Fortuna!”

E ti sganasci dalle risate, talmente tanto che gli fai un applauso, con la sua faccia in mezzo alle tue mani.

Il mental coach doveva fare. Non l’ufficiale di gara.

3. Il bacchettone.

“Un passo avanti. Ora indietreggiate. Sedetevi sulla panca. Okay, venite con me.”

No, anche se potrebbe sembrarlo, non è il DJ che ai diciottesimi fa ballare Cupid Shuffle. In realtà è il giudice bacchettone: ogni gara per lui è come una partita a The Sims, si diverte a manovrare gli atleti con la stessa severità di un maestro di danza russo che prepara l’esibisione del Teatro alla Scala.

E se sbagli la coreografia anche solo di un passo, o disubbidisci ai suoi indissolubili ordini… Meglio non incrociare il suo sguardo, o potrebbe trascinarti dietro il tabellone elettronico per darti colpi di verga sulle mani.

4. Lo spa… spek… speaker

Scordatevi tutto quello che avete imparato in prima elementare, da oggi si legge a modo suo. Accenti spostati, cognomi storpiati, improvvisi cambiamenti di sesso e di società. Per non parlare dei tempi annunciati in modo sbagliato, nel momento sbagliato (è ancora convinto che una volta un Ragazzo primo anno nuotò il record mondiale di vasca corta nei 200 stile libero).

Quando ha il microfono in mano, gli applausi dei genitori vengono superati dalle imprecazioni e risate della tribuna atleti.

5. Il Frettoloso

Tocchi il muro che fino a pochi secondi prima ti sembrava lontano anni luce, senti riecheggiare nella mente i cori angelici perchè sei riuscito  portare a termine una gara (dove sei, peraltro, passato a fagiano). Ancora stanco e trafelato, ti appoggi sulla corsia cercando di guardare il tempo, ma una figura si frappone tra te e il tabellone, e non è la Madonna che si sta ancora complimentando: è lui, il giudice frettoloso. Non importa se stai avendo un collasso polmonare o apparizioni di santi perchè hai finito di nuotare, lui ti tartasserà i timpani con i suoi “Fuori! Uscite! Uscite dall’acqua!”

Lo accontenti pur di non sentirlo più, esci dall’acqua e il tempo non c’è più perchè il cronometro è stato azzerato. Torni dal tuo allenatore infastidito, resistendo alla tentazione di buttarlo in piscinetta.

 

Articolo di Sofia Serravalle.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...